Risotto con topinambur trifolato

IMG_4761- OK

Domenica 28 maggio a Bergamo ho incontrato Elisabetta Ravani, titolare di Lombarda Topinambur che coltiva e vende “la patata della salute”.

Ho acquistato da lei un ottimo topinambur trifolato (Topinambur 70%, olio di semi di girasole, aceto di vino, sale, prezzemolo, aglio, timo, alloro, spezie, pepe nero) che ho utilizzato per preparare un risotto.

Elisabetta mi ha spiegato che il topinambur, poco diffuso in Italia, è un alimento prezioso per la salute poiché ha molteplici proprietà: alto contenuto proteico, senza glutine, contrasta la stitichezza e i problemi digestivi, combatte stress e stanchezza, aumenta le difese immunitarie, accelera il metabolismo, combatte l’anemia, riduce i livelli di zucchero nel sangue ed è disintossicante.

Ha un sapore molto simile a quello del carciofo, si può mangiare cotto (tagliato a fette non troppo sottili e cotto in forno con aromi e spezie ad esempio) oppure crudo tagliato sottile nell’insalata.

Per ulteriori informazioni vi invito a consultare il sito www.lombardatopinambur.it

 

Ingredienti per 2 persone

160 grammi di riso integrale

topinambur trifolato Lombarda Topinambur (in alternativa 250 grammi di topinambur fresco, olio evo, vino bianco, spezie e aromi)

brodo vegetale

prezzemolo fresco

pepe nero

Procedimento

In una casseruola versiamo il nostro topinambur precedentemente tagliato a cubetti con un po’ del suo olio di conservazione. Alziamo la fiamma, versiamo il riso e lo tostiamo per un paio di minuti.

Aggiungiamo due mestoli di brodo vegetale caldo e mescoliamo; continuiamo così aggiungendo brodo vegetale e mescolando fino alla cottura del riso. Pochi minuti prima del termine della cottura alziamo la fiamma per asciugare il brodo in eccesso e a fuoco spento insaporiamo con pepe macinato fresco e foglie di prezzemolo.

Abbiamo in casa il topinambur fresco? infiliamo un paio di guanti per evitare che di ritrovarci con le mani nere! Spazzoliamo e puliamo il topinambur, lo tagliamo a cubetti e li immergiamo in una soluzione di acqua e limone (come i carciofi tende ad ossidarsi velocemente).

Versiamo uno spicchio di aglio in poco olio evo e lo doriamo un paio di minuti. Eliminiamo lo spicchio, scoliamo i topinambur dalla soluzione e li versiamo nell’olio caldo. Li facciamo rosolare e aggiungiamo un po’ di pepe. Sfumiamo con poco vino bianco, copriamo e lasciamo cuocere per 15 minuti mescolando ogni tanto.

Se necessario durante la cottura aggiungiamo acqua o brodo vegetale.

I topinambur sono pronti quando li vediamo sodi ma non troppo rosolati, mi raccomando. Aromatizziamo con abbondante prezzemolo fresco.

Quando i cubetti sono pronti, alziamo la fiamma e versiamo il riso per tostarlo. Continuiamo come spiegato prima.

Buon appetito!

IMG_4763-OK

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>