Tagliere di formaggi vegan

IMG_2701_ok

Ospiti a cena? Sorprendiamoli con un tagliere di formaggi vegan accompagnati magari da qualche marmellata :-) Rimarranno a bocca aperta!

 

Ingredienti per il formaggio a pasta molle (caprino)

  • 250 grammi di yogurt di soia non dolcificato
  • succo di mezzo limone piccolo
  • erbe aromatiche
  • pepe o granella di frutta secca

Procedimento 

Posizioniamo un canovaccio pulito per alimenti in un setaccio a sua volta posizionato sopra un piatto fondo. Mescoliamo il succo di mezzo limone con lo yogurt e aggiungiamo le erbe aromatiche che preferiamo. Versiamo lo yogurt aromatizzato nel canovaccio. Chiudiamo i 4 lembi del canovaccio con un elastico.

Lasciamo riposare in frigorifero per 24 ore. Questo procedimento consente all’acqua di separarsi dallo yogurt (la troveremo tutta nel piatto fondo sotto il setaccio) che acquista così la consistenza di una crema morbida. Ogni tanto controlliamo e, se necessario, eliminiamo il siero depositato nel piatto che potrebbe entrare in contatto con il formaggio.

Diamo la forma dei classici caprini (ci vuole pazienza e un piccolo trucco è avere le mani leggermente inumidite, in alternativa possiamo creare delle golose palline più semplici da  gestire o ancora lasciarlo colare in una fuscella così che prenda una forma simile alla ricotta) e ricopriamo con spezie o granella di frutta secca, nella foto arachidi, una delizia!!!

Ingredienti per il formaggio di lupini

  • 400 grammi di lupini in salamoia
  • mezzo spicchio d’aglio
  • spezie e erbe aromatiche (io ho scelto rosmarino e un pizzico di peperoncino)
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • lievito alimentare (facoltativo)

  Procedimento 

Mettiamo in ammollo i lupini per almeno tre ore, li scoliamo e li versiamo nel frullatore. Aggiungiamo l’aglio, le spezie e le erbe aromatiche che preferiamo e 1 cucchiaio di olio. Se ci piace il sapore del lievito alimentare che ricorda quello del formaggio, possiamo aggiungerne un cucchiaio. Frulliamo fino ad ottenere una crema senza grumi. Questo passaggio è delicato e richiede pazienza, occorre fermare più volte il frullatore e con un cucchiaio spingere i lupini al centro. Possiamo aggiungere un goccino d’acqua per aiutare il frullatore ma attenzione a non aggiungerne troppa altrimenti rischiamo di ottenere una crema troppo liquida.

Versiamo il composto ottenuto in una fuscella foderata con una garza di cotone sottile (in alternativa potete utilizzare della pellicola da cucina).

Lasciamo compattare in frigorifero per almeno 12 ore. Il formaggio è pronto e può essere gustato anche così, morbido e cremoso.

Se vogliamo un formaggio più solido da tagliare allora versiamo la crema di lupini in una pirofila da forno dai bordi alti oppure la sformiamo su una teglia ricoperta di carta forno, la spennelliamo con un po’ di olio e erbe aromatiche e inforniamo a 180° gradi per circa 20 minuti. Lasciamo raffreddare prima di servire.

Ingredienti per la ricotta di mandorle

  • 900 ml di acqua
  • 100 grammi di farina di mandorle solubile
  • 2 / 3 cucchiai di aceto di mele o limone
  • un pizzico di sale (per ricetta salata)

Alternativa  1 litro di latte di mandorle integrale senza aromi o dolcificanti (ottimo se autoprodotto in casa frullando con un frullatore potente o un blender 200 grammi di mandorle rimaste in ammollo 8 ore con 900 ml di acqua), 40 ml di aceto di mele o limone e un pizzico di sale. Procedimento identico.

Procedimento 

Portiamo a bollore l’acqua in una casseruola d’acciaio, versiamo la farina di mandorle, l’eventuale sale e mescoliamo bene. Spostiamo la pentola dal fuoco e con l’aiuto di un termometro verifichiamone la temperatura. Quando avrà raggiunto 85 gradi aggiungiamo l’aceto di mele o il limone, mescoliamo con un cucchiaio di legno e copriamo con il coperchio. Lasciamo raffreddare per 15 minuti.

Posizioniamo un canovaccio pulito per alimenti in un setaccio a sua volta sistemato sopra un piatto fondo e vi versiamo il contenuto della pentola; se necessario man mano eliminiamo il siero che finisce nel piatto fondo. Lasciamo raffreddare completamente il formaggio nel canovaccio così che elimini tutta l’acqua in eccesso. Ogni tanto controlliamo e, se necessario, eliminiamo il siero depositato nel piatto che potrebbe entrare in contatto con la ricotta.

In seguito versiamo il composto in una fuscella o in una pirofila da forno dai bordi alti foderata con una garza di cotone sottile (in alternativa potete utilizzare della pellicola da cucina). Lasciamo compattare in frigorifero per almeno 12 ore.

IMG_2711_ok

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>